Inizio » Sostenibilità ambientale » Prodotti rispettosi

Lastre di plastica con un’impronta ecologica minore

Nell’ambito di progetti di ricerca e con il proposito di offrire soluzioni sostenibili, progettiamo lastre di plastica con un’impronta ecologica sempre più bassa.

Produciamo servendoci dell’eco-progettazione e dell’ottimizzazione delle risorse per offrire lastre di plastica di ottima qualità adeguate alle esigenze dei nostri clienti.

Linee di azione per ridurre l’impatto dei nostri prodotti

Se non gestito correttamente, il ciclo di vita della plastica, dall’estrazione del petrolio attraverso la raffinazione, la trasformazione, l’energia utilizzata, il trasporto dal fornitore al cliente fino alla sua decomposizione nell’ambiente, ha un notevole impatto sull’ambiente. Tuttavia, la plastica sostituisce materiali più dannosi per il cambiamento climatico. Infatti, alcuni tipi di plastica hanno un’impronta di carbonio maggiore rispetto ad altri tipi di contenitori, ad esempio, ma la quantità necessaria è inferiore perché la plastica è leggera.

Il peso maggiore dell’impronta di carbonio (per produrre un kg di plastica con materiale vergine vengono emessi 3,5 kg di CO2) ricade sulle fasi antecedenti all’arrivo delle materie prime in NUDEC e, sebbene ottimizziamo il nostro processo affinché sia il più possibile efficace, il grande lavoro sta nella scelta delle materie prime (e del relativo trasporto) che utilizziamo per i nostri prodotti. Se produciamo con materiale riciclato, evitando la prima fase del processo produttivo (estrazione, raffinazione e trasporto), si riduce l’impronta di carbonio di circa il 49 %.

Materiali di origine non fossile

Dal 2021, NUDEC offre la prima lastra trasparente di policarbonato dell’industria plastica realizzata con materia prima da fonte non fossile rinnovabile derivata dal tall oil. Il prodotto finale offre un’impronta di carbonio significativamente più bassa (fino al 61%) e riduce l’uso di fonti fossili fino al 35 %.

Materiale di produzione

Nonostante non possa essere considerata né certificata come plastica riciclata, riutilizziamo tutti i nostri tagli di produzione al fine di ridurre gli scarti e trasformarli in materia prima. Attualmente, non esistono flussi di materiali riciclati dai polimeri tecnici che utilizziamo nei nostri prodotti.

Materie riciclate

Grazie allo sviluppo tecnologico e ai nostri fornitori, utilizziamo materie riciclate classificate come post-consumo. Le lastre di plastica ottenute sono di alta qualità e conservano le stesse caratteristiche ottiche, meccaniche e termiche di quelle realizzate con materie prime vergini. In questo modo, collaboriamo con l’economia circolare.

Gamma di prodotti RC

Un passo avanti nella direzione definita dal nostro programma Cyrclus Ecosys, che ha l’obiettivo di risparmiare risorse, minimizzare l’impatto ambientale della nostra produzione e realizzare articoli che siano il più possibile sostenibili. Queste lastre di plastica contengono tra il 40 e il 50 % di materiale di nostra produzione triturato. Gli scarti tecnici di produzione vengono processati in loco e introdotti di nuovo nel processo di estrusione. In questo modo si riduce il materiale smaltito e si trasformano gli scarti in materia prima.

PET RC

PETG RC

PMMA RC

Lastre di policarbonato RW

Utilizzando l’approccio basato sul bilancio di massa, NUDEC produce lastre di plastica con un’alta percentuale di materia prima rinnovabile con le stesse caratteristiche e qualità di NUDEC PC di grado standard.

ISCC PLUS (International Sustainability & Carbon Certification) è un sistema di certificazione di sostenibilità con il quale dimostriamo la tracciabilità di materie prime di origine rinnovabile nelle catene di distribuzione. In questo modo, contribuiamo alla transizione verso l’economia circolare e la bioeconomia, mostrando in modo trasparente il nostro contributo.

L’innovazione dei prodotti RQ

Questi prodotti certificati ISCC+, come le lastre di plastica RW, sono realizzati con materia prima che viene riciclata dopo l’utilizzo del consumatore finale e apporta un elevato valore in termini di sostenibilità non dovendo essere gestita nelle discariche e negli inceneritori e sostituendo il materiale vergine di origine fossile nella produzione.

Questa linea di prodotti è quella che meglio risponde all’economia circolare, perché, mediante il riciclaggio chimico, è possibile recuperare i rifiuti di plastica che vengono prodotti dai consumatori e che sono molto degradati, possono contenere contaminanti o sono troppo complessi per essere valorizzati in altro modo.

Esistono diverse tecnologie di riciclaggio chimico (come la pirolisi, la solvolisi o la degradazione enzimatica), che rendono possibile il recupero della plastica al fine di inserirla nell’economia circolare, trasformandola così da un problema per la sostenibilità a una parte della soluzione. Tuttavia, in tal senso, è necessaria la collaborazione di produttori, consumatori e riciclatori.